logo-loader-image

This post is also available in: English

This post is also available in: English

Con il digitale i controlli sul BIO sono più sicuri

This post is also available in: English

L’esperienza dell’Az. Agr. Barduca, che con xFarm può registrare al meglio le attività sugli oltre 50ha di ortaggi biologici e superare i controlli a cuor leggero

Nome Azienda Agricola Barduca
Indirizzo Via Piovega 49, Borgoricco (PD)
Colture Baby leaf, ortaggi da cespo e cereali
Prodotti finali Ortaggi dalla I alla IV gamma, pasta e farina
Estensione 50 ha
Corpi aziendali Sia in serra che in pieno campo, centro di trasformazione a Borgoricco (PD)

Abbiamo intervistato Laura Barduca, 30 anni, agronoma e responsabile della produzione presso l’Azienda Agricola Barduca.  
L’orticoltura fa parte del DNA della famiglia Barduca, che da diverse generazioni coltiva verdure.
L’azienda attuale è stata fondata nel 1977 da Francesco Barduca, che ha continuato la tradizione famigliare approcciandosi però fin da subito alle nuove tecnologie: già nel 1988 intuisce le potenzialità della trasformazione delle insalate, diventando una delle prime aziende agricole italiane ad offrire la quarta gamma, cioè verdura fresca, lavata, confezionata e pronta al consumo.          
Nel 1999, in anticipo rispetto alle tendenze dell’agricoltura italiana, l’attività viene convertita al biologico, diventando esempio di coniugazione fra rispetto per l’ambiente e progresso tecnico.        
Con il passare degli anni la tecnologia ha continuato ad integrarsi sempre di più nell’azienda Barduca: due sono i brevetti registrati riguardanti il packaging e la trasformazione, le serre sono diventate automatizzate, le trattrici dotate di guida assistita e ci si sta dotando di macchinari elettrici.             
In un contesto simile non poteva mancare un portale gestionale dedicato al registro delle attività e Laura ha deciso di mettere alla prova xFarm.

L'ingresso di una delle serre aziendali automatizzate

Le necessità per un’azienda sia biologica che di trasformazione sono piuttosto importanti: tutto deve essere registrato e facilmente consultabile, perché i controlli sono frequenti e c’è sempre il rischio di errori umani durante la battitura delle informazioni.

“Normalmente registriamo tutte le attività su un documento Excel, che poi stampiamo quando dobbiamo mostrare i dati al controllore. Il problema sono però gli errori umani, che possono compromettere le ispezioni e quindi costarci molto caro. Ciò che cercavo era un software che mi aiutasse a tenere traccia in modo smart di tutto ciò che viene fatto in campo e che riducesse il numero di inserimenti manuali”

Laura si è subito ritrovata nell’interfaccia intuitiva e molto visuale di xFarm: i campi sono geolocalizzati e ben distinguibili direttamente dalla mappa, le informazioni sono in cloud, accessibili sia da cellulare che da computer e sono disponibili centinaia di colture, compresi gli ortaggi più particolari.

L’azienda inoltre non produce solo ortaggi: approcciando il sistema biologico è consigliabile inserire frequenti rotazioni, che in pieno campo sono effettuate con cereali e colture da sovescio. Le granaglie diventano ottime farine e pasta BIO, mentre il sovescio garantisce il mantenimento della fertilità del suolo, lo protegge dall’erosione e riduce naturalmente la presenza di erbe infestanti.             
L’utilizzo di un gestionale agricolo come xFarm permette di seguire anche colture molto diverse fra loro, risparmiando tempo ed ottimizzando le scelte tramite dati oggettivi!

xFarm sullo smartphone di Laura: che sia in serra, in campo o in ufficio, bastano due tap per registrare le attività!

La complessità di un’azienda che segue l’intera filiera di colture specializzate è sicuramente grande. L’opportunità di avere un’unica piattaforma dove poter registrare attività, controllare il magazzino, il parco macchine e consultare tutto ovunque, è sicuramente un grande aiuto.

“In futuro mi piacerebbero ulteriori metodi di controllo sui dati inseriti, magari interfacciati direttamente con le schede di sicurezza dei prodotti BIO che usiamo, in modo da poter effettuare estrapolazioni dei dati e passare le ispezioni a cuor leggero, mostrando quello che abbiamo fatto senza rischiare con errori umani involontari. Inoltre, mi piacerebbe avere un pacchetto economico che mi permetta di gestire bilanci e contabilità in base alle scelte agronomiche prese in campo”

Barduca è sicuramente un’azienda che sa coniugare tradizione, tecnologia e rispetto per l’ambiente.
Da oggi ha anche xFarm al suo fianco per semplificare la programmazione degli appezzamenti e dimostrare la sostenibilità delle coltivazioni!